Biofarmaci, GE Healthcare apre il Testa Center in Svezia

GE Healthcare ha creato a Uppsala, in Svezia, il Testa Center, centro dedicato a migliorare la produzione di biofarmaci, fruibile da aziende, università e istituti.

La prima azienda a utilizzare il Testa Center, struttura da 2.500 metri quadrati creata con il supporto del Governo svedese, sarà la locale BioLamina.

Il Governo svedese ha identificato il settore Life Sciences tra i cinque principali programmi di partenariato e ha così investito circa 10 milioni di euro nel Testa Center. GE Healthcare ce ne ha messi circa 4,5 milioni di euro, fornendo tecnologie come bioreattori e il personale della struttura.

Il Testa Center è accessibile da aziende, università e istituti e ospita quattro laboratori di bioprocessing equipaggiati con le tecnologie di GE Healthcare, per testare nuove scoperte nel campo della produzione di biofarmaci, la classe di farmaci a più rapida crescita al mondo.

Il Testa Center è un banco di prova nazionale e internazionale aperto al mondo accademico, alle start-up e all'industria, creato per testare innovazioni digitali, tecniche e biologiche in un autentico ambiente di produzione, consentendo alle organizzazioni di ottenere un metodo più efficiente in termini di costi e tempo per ridurre i rischi legati alla protezione dei prototipi e delle prime prove di concetto, fondamentali per l'introduzione e la successiva vendita di una soluzione sul mercato.

La prima azienda a seguire un progetto presso il Testa Center sarà dunque la società biotecnologica svedese BioLamina, specializzata nello sviluppo e nella produzione di reagenti a base di proteine, biolaminine utilizzate per creare processi affidabili per lo sviluppo di cellule terapeutiche da cellule staminali.

L’azienda ha recentemente avviato una collaborazione con la società farmaceutica Novo Nordisk per supportare lo sviluppo di nuove terapie cellulari per il morbo di Parkinson, l’insufficienza cardiaca e la perdita della vista. BioLamina utilizzerà il Testa Center per potenziare la sua capacità produttiva, aiutandola a fornire più reagenti alla sua base clienti globale.

Utilizzabile da aziende, università e istituti per un tempo massimo di sei mesi, in futuro il Testa Center potrà ospitare il lavoro di sviluppatori di vaccini o di ricercatori che utilizzano virus per riprogrammare i globuli bianchi per aiutare il sistema immunitario a individuare e uccidere le cellule tumorali, ma anche dai produttori di tecnologie per la realizzazione di biofarmaci.

I laboratori del Testa Center sono progettati per essere una struttura di produzione basata su standard industriali, con tutto il necessario per un vero e proprio processo di bioproduzione. Se necessario, i laboratori possono essere potenziati a un livello di biosicurezza 2, che consente di maneggiare i virus più tenui come l’influenza.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here