Teleconsulto e televisita al via in Abruzzo

Al Presidio Ospedaliero di Pescara ha preso il via il Progetto aziendale di Teleconsulto che permetterà, grazie alla dotazione di tre sistemi di presenza robotica, di poter effettuare consulenze mediche a distanza tra i Presidi Ospedalieri di Pescara, Popoli e Penne, allo scopo di fornire una tempestiva ed efficace presa in carico di pazienti affetti da patologie tempo-dipendenti.

La possibilità di effettuare il teleconsulto, ossia da remoto, si traduce in diagnosi più rapide e terapie più immediate il che, nel caso di patologie come l’ictus, implica una significativa riduzione dei tassi di mortalità oltre che di complicanze.

Essenziale per la creazione di questa rete è stata la tecnologia Intouch: si tratta di dispositivi di presenza remota prodotti dall’azienda californiana Intouch Health, distribuiti in Italia da ab medica e dedicati espressamente alla telemedicina.

I robot, leggeri, robusti e facilmente trasportabili, dispongono di un sistema audio/video a due vie, di un sistema di telecamere ad altissima risoluzione, teleauscultazione e sistema di comunicazione privata medico-paziente, con la possibilità di condivisione di ulteriori strumenti (ecografo, videodermatoscopio).

I sistemi robotici consentiranno di fornire servizi di telepresenza, teleconsulto/televisita, facendo “dialogare” e collaborare strutture centrali e periferiche, in un modello di network definito Hub&Spoke, dove il mozzo della ruota (hub) è l’ospedale principale che mette a disposizione i propri specialisti per i presidi più piccoli (spoke).

Sono coinvolti nel progetto di teleconsulto presso gli ospedali abruzzesi Armando Mancini, Direttore Generale dell’ASL di Pescara, Valterio Fortunato, Direttore Sanitario Aziendale, Presidio Ospedaliero di Penne, Stefano Boccabella, Direttore UOC Integrazione Ospedale Territorio, Presidio Ospedaliero di Popoli, e Alberto Albani, Direttore Dipartimento Urgenza Emergenza della ASL di Pescara.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here