Messico, la sanità digitale parla italiano

Con una commessa da un milione di euro in tre anni Exprivia Italtel provvederà alla digitalizzazione di immagini e referti del sistema sanitario del Messico, che ha circa 13 milioni di assistiti.

Exprivia Italtel ha infatti fornito il proprio software e le proprie competenze nei servizi informatici sanitari per la realizzazione della più grande rete di pubblicazione di informazioni cliniche e diagnostica per immagini in Messico.

Il progetto è basato sul sistema EHR (Electronic Health Record) di Exprivia Italtel, composto di un repository per l’archiviazione dei documenti clinici e da un sistema RIS/PACS - VNA (Vendor Neutral Archive) per l’archiviazione e condivisione delle immagini diagnostiche all’interno del sistema dell’Instituto de Seguritad y Servicios sociales de los Trabajadores del Estado (ISSTE), la società mutualistica dei dipendenti pubblici.

Nei 40 ospedali dell’ISSTE collocati in tutto il Paese il sistema RIS/PACS di Exprivia|Italtel consente la gestione digitalizzata, l’archiviazione e la distribuzione di immagini e referti di radiologia ed endoscopia e di referti di anatomia patologica, nell’assoluto rispetto della privacy, dei circa 13 milioni di assistiti che fanno riferimento all’istituto pubblico.

Un sistema EHR (Electronic Health Record), basato su repository clinico e archivio immagini di Exprivia, centralizzato a Città del Messico, realizza inoltre la funzione di Fascicolo Sanitario Elettronico Nazionale.

Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Tesi Messico, partner commerciale per la distribuzione delle soluzioni Exprivia nel mercato messicano e dell’America Latina.

La commessa ha un valore per Exprivia di circa un milione di euro per un periodo di tre anni.

Le tecnologie di Exprivia e Tesi hanno permesso la realizzazione dell’intero progetto in 8 mesi, compreso il collaudo.

Per il presidente di Exprivia Domenico Favuzzi la realizzazione di un Fascicolo Sanitario Elettronico di livello nazionale in Messico "aggiunge una prestigiosa referenza su un tema di grandissima attualità anche per le Regioni e le Province Autonome italiane”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here