L’esame del sangue di Nightingale Health anticipa la prevenzione di dieci anni

Fino a 220 biomarcatori misurati con un solo esame del sangue. Questo è il traguardo ambizioso e importante raggiunto da Nightingale Health. Non uno studio, ma una tecnologia pronta all’uso, al punto che la società finlandese proprio in questi giorni ha visto ufficializzarne l’adozione in patria una volta ottenute le relative certificazioni.

Un lavoro durato cinque anni, arrivato ora alla fase pratica. Tra i benefici più evidenti, a detta degli scienziati scandinavi, la possibilità di individuare malattie con un anticipo fino a dieci anni rispetto alle procedure attuali.

In particolare, l’attenzione è rivolta verso malattie croniche. Attacchi di cuore, cancro, problemi respiratori e diabete, le stesse tra le principali cause di mortalità a livello mondiale. Secondo le stime Nightingale Health, l’80% di decessi causati da queste malattie, trovano ora prospettive di essere individuate per tempo e curate.

Una questione cruciale anche per le Pubbliche Amministrazioni prima di tutto, a causa degli importanti costi sociali, ma anche per Aziende Sanitarie, compagnie di assicurazione e il mondo della farmaceutica. Per esami dei pari portata, Nightingale Health stima infatti costi di poche decine di dollari rispetto agli attuali duemila dollari.

Come indicato dal National Center for Chronic Disease Prevention and Health Promotion, solo negli USA, l’85% della spesa annuale complessiva in Sanità, pari a 2,7 miliardi di dollari, è dedicata alla diagnosi e la cura proprio delle malattie croniche. Un settore nel quale Nightingale Health punta senza nascondersi a provocare un cambiamento radicale, sfruttando un sistema di analisi dei marcatori basato sulla Risonanza Magnetico Nucleare, evoluzione condotta a partire dalla più comune risonanza magnetica per immagini.

Credit: Nightingale Health

L'evoluzione arriva dalla Risonanza Magnetico Nucleare

Rivolta essenzialmente a ricercatori biomedici e ai reparti R&D aziendali, la tecnologia Nightingale Health permette una profilazione metabolitca delle molecole dalle quali è possibile ricavare indicazioni su una malattia, i biomarcatori appunto. Da questi, è possibile risalire ad approfondimenti più mirati sugli effetti dello stile di vita del paziente e relativi rischi di malattie.

Il sistema di spettroscopia attraverso Risonanza Magnetico Nucleare messo a punto dalla società finlandese, viene utilizzato in combinazione a un software interamente proprietario. L’analisi dei campioni di sangue permette così di quantificare la presenza dei vari marcatori, per arrivare a calcolare la concentrazione degli indicatori principali, come per esempio glucosio,lipidi e amminoacidi.

L’importante passo avanti assestato da Nightingale Health è il superamento dell’approccio uno a uno nei reperti di sangue necessari per gli esami. In questo caso, un unico campione, al quale viene applicata un’unica procedura, produce tutti i risultati cercati.

Raggiunta la validazione clinica, ora si fa concreta la prospettiva di un importante diminuzione nei costi di gestione in questo settore della Sanità. Da non trascurare, anche effetti secondari come una maggiore affidabilità dichiarata, abbinata a un maggiore velocità.

Con la convinzione Nightingale Health di essere solo ai primi passi di un approccio innovativo. I ricercatori sono infatti già al lavoro per garantire la scalabilità della tecnologia, allagando così ulteriormente il raggio d’azione.

Oltre alla Finlandia, Nightingale Health è già impegnata in progetti per la profilazione di campioni archiviati in Gran Bretagma e in America Latina. Grazie all’accordo raggiunto con PerkinElmer, verso la fine dell’anno è previsto l’ingresso anche nel mercato USA.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here