Il letto di degenza diventa connesso e smart in cloud

Il letto di degenza diventa intelligente e monitora il paziente fragile, prevenendo cadute e piaghe e analizzando la qualità del riposo.

Questo l'obiettivo di Vitalerter, software frutto della ricerca tecnologica israeliana che rileva i movimenti della persona allettata e i suoi parametri vitali per avere una visione complessiva del suo stato di salute, senza essere in contatto diretto con il suo corpo.

Grazie ad algoritmi di machine learning il sistema è in grado di individuare tendenze, relazioni ed emergenze nei dati rilevati.

Vitalerter si compone di due parti: Vitals è un sensore di 8,4 x 4,1 cm e di spessore 2,5 cm, da fissare alla rete del letto e connettere al WiFi.

Vitalerter è il software che raccoglie a livello centrale le rilevazioni di tutti i sensori presenti nella struttura e che invia notifiche vocali al personale in servizio.

Il sistema è in grado di attivare allarmi quando rileva che il paziente si sta per alzare o si è seduto sul letto, quando non è rientrato nel letto entro un margine di tempo stabilito, ma anche quando la sua frequenza cardiaca o della respirazione è fuori dagli intervalli definiti dai medici. In tutte queste situazioni, gli infermieri possono essere allertati e andare “a colpo sicuro” nella stanza del paziente per il quale il sistema ha dato la segnalazione.

Pper i pazienti a ridotta mobilità e a rischio di ulcere da decubito Vitalerter può fare da alleato, segnalando ai caregiver quando è necessario girare la persona su un fianco, sull’altro o sulla schiena; il sistema riconosce anche se lo spostamento è stato effettuato correttamente o se, per esempio, il paziente è stato erroneamente riposizionato sullo stesso fianco.

La tecnologia di machine learning installata nel sistema di sorveglianza permette di segnalare al personale infermieristico, in anticipo, il tentativo di scendere dal letto del paziente facilitando l’assistenza da parte del personale, con particolare utilità nella gestione delle demenze. Vitalerter inoltra gli avvisi tramite messaggi vocali in modo da non vincolare gli operatori in turno all’osservazione continua dei monitor.

Il modello organizzativo prevede una stazione di controllo per piano, da collocare presso la postazione di guardia.

Il software è su cloud (Software as a service) ed è quindi utilizzabile con pc convenzionali, tablet e smartphone.

Per poter funzionare, il sistema deve potersi avvalere di un buon collegamento a Internet e di una rete WiFi con segnale ben distribuito in tutte le stanze da monitorare. Il sistema di gestione dei dati e degli accessi è conforme al Gdpr.

Ulteriore funzione è la possibilità di consultare lo storico delle rilevazioni del singolo paziente: ad esempio un medico di una struttura residenziale per anziani può verificare l’andamento del battito e della frequenza respiratoria di ciascun ospite nella settimana precedente e visualizzare anche tutti gli eventi che lo hanno interessato (allarmi prevenzione cadute, risvegli notturni, qualità del sonno, sforamento parametri vitali). Si tratta di informazioni che possono contribuire a prevenire il deterioramento della salute del paziente.

Vitalerter è importato e distribuito dalla Artech di Cavezzo (Modena), che ha con il produttore SDS (system design solutions), un’esclusiva triennale per il territorio italiano.
SDS, fondata nel 2007 in Israele, è un’azienda bio-tech a cui si devono alcuni prodotti innovativi di grande rilievo come HiSense, monitoraggio pediatrico per la prevenzione della morte in culla (SIDS); Bioness, per il recupero della mobilità di gambe o mani persa a causa di ictus o sclerosi multipla; Medisim, termometri per uso domestico ad elevata precisione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here