Aumenta l’utilizzo delle app per curarsi da soli

Le app per la cura di sé e per il benessere digitale stanno diventanto mainstream in America. Secondo Sensor Tower nel primo trimestre del 2018 le prime 10 applicazioni di self-care negli Stati Uniti hanno guadagnato 15 milioni di dollari, fra iOS e Android, che diventano 27 milioni di di dollari di ricavi se ci si estende a tutto il mondo.

Sensor Tower ha anche scoperto che le prime 10 app (sia Apple, sia Google) per il wellness hanno fatto circa il 170% in più di ricavi in tutto il mondo nel primo trimestre 2018 rispetto al primo trimestre 2017.

Il grosso del fatturato delle app per la cura di sé viene attirato da da due applicazioni, Calm e Headspace, che si concentrano sulla consapevolezza e la meditazione.

Calm ha guadagnato circa la metà del fatturato totale negli Stati Uniti e in tutto il mondo, pari a circa 8 milioni di dollari negli Stati Uniti e 13,5 milioni in tutto il mondo. Insieme a Headspace, le due app hanno generato oltre il 90% dei ricavi delle prime 10 app nell'ultimo trimestre.

Anche Apptopia sosetiene che le installazioni di app per la cura di sé sono in aumento di anno in anno, con più nuove applicazioni in arrivo ogni anno.

Stando ai dati di Apptopia si sta anche registrando un aumento dei ricavi e delle installazioni delle app per la cura di sé, anche se con numeri differenti da quelli di Sensor Tower.

Entrambe le aziende si sono accordate sui primi tre, tuttavia: Calm, seguito da Headspace, poi c'è 10% Happier. Le discrepanze fra i due analisti possono essere attribuite al modo in cui le aziende definiscono l'auto-cura, dato che non è una categoria specifica di app store e alla qualità dei dati.

Apple ha definito l'auto-cura come una delle quattro principali tendenze al rialzo per il 2017, affermando che "mai prima d'ora abbiamo visto un simile aumento di applicazioni focalizzate specificamente sulla salute mentale, la consapevolezza e la riduzione dello stress".

La spiegazione per cui le applicazioni per la cura di sé sono l'ultima tendenza va fatta risalire all'uso di Internet, che ha aumentato la consapevolezza di auto-cura in generale, in particolare presso i millennial. Anche il positivo declino della stigmatizzazione delle malattie mentali favorisce un aumento delle app per la cura di sé.

Tuttavia, non tutte le app per la cura di sé sostituiscono la classica assistenza psicologica. Alcune applicazioni di talk therapy sono risultate inefficaci, costose, incoerenti nella qualità delle cure erogate e, nel peggiore dei casi, anche potenzialmente pericolose.

Calm: Meditation und Schlaf
Calm: Meditation und Schlaf
Developer:
Price: Free+
Calm - Meditate, Sleep, Relax
Calm - Meditate, Sleep, Relax

Headspace: Meditation und Ruhe
Headspace: Meditation und Ruhe
Developer:
Price: Free+

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here