Home Tecnologie Aws, le dieci startup che vogliono cambiare le sanità digitale con il...

Aws, le dieci startup che vogliono cambiare le sanità digitale con il cloud

Aws, Amazon Web Services, ha nominato i 10 finalisti nel suo programma di accelerazione per il digital health, varato lo scorso giugno. La ricerca è stata fatta in tutto il mondo ma le dieci startup sono tutte americane.

L‘Aws Healthcare Accelerator è un programma incentrato sul cliente in cui le startup selezionate ricevono tutoring tecnico e commerciale da esperti di Aws e della rete KidsX, fino a 25.000 dollari in crediti promozionali Aws e opportunità di collaborazione con i clienti Aws Healthcare, leader del settore sanitario e membri di Aws Partner Network (APN) alla ricerca di soluzioni sanitarie.

Amazon ha completato la selezione dei 10 finalisti del suo primo Aws Healthcare Accelerator. Le dieci startup sono state selezionate tra 427 provenienti da 31 paesi da una giuria composta da Amazon Web Services e KidsX, un acceleratore di salute digitale di proprietà del Children’s Hospital di Los Angeles.

I criteri di applicazione richiedevano che i partecipanti fossero startup centrate sulla sanità che disponessero di una soluzione convalidata insieme a entrate, clienti e operazioni con sede negli Stati Uniti.

Le dieci startup finaliste per Amazon

La selezione dei dieci finalisti di Aws Healthcare Accelerator rappresenta un gruppo diversificato di soluzioni sanitarie che stanno lavorando per risolvere molti degli imperativi strategici dei clienti di Aws Healthcare.

  • AIVA è una startup di Los Angeles che fa un sistema operativo vocale per una migliore assistenza. Offre un assistente vocale per le stanze dei pazienti ospedalieri e le comunità di anziani.
  • b.well è una soluzione integrata all-in-one di Baltimora per il coinvolgimento dei consumatori, la gestione olistica della salute e il contenimento dei costi. Usa dati aggregati per dare un quadro della salute di ciascun utente e dati aggregati per mostrare la salute della popolazione.
  • Ejenta è un’azienda di San Francisco che automatizza il monitoraggio remoto e la fornitura di assistenza remota utilizzando l’intelligenza artificiale concessa in licenza esclusiva dalla NASA. I suoi agenti intelligenti imparano dai dispositivi connessi e dai dati delle cartelle cliniche elettroniche (EHR) per monitorare i pazienti, prevedere la salute e connettere i team di assistenza.
  • Giblib, di Los Angeles, crea un’esperienza educativa simile a un servizio di streaming di contenuti per gli operatori sanitari. Consente lo streaming di video chirurgici e lezioni mediche da esperti in materia presso le principali istituzioni mediche su richiesta con accesso illimitato per ricevere crediti di formazione continua.
  • Gyant, di San Francisco, fa un assistente virtuale con intelligenza artificiale e una soluzione digitale per accedere ai sistemi sanitari che consente loro di ottimizzare il digital journey dei pazienti. Guida i pazienti verso le giuste impostazioni e risorse di cura, fornendo anche una pianificazione degli appuntamenti.
  • Kaizen Health, di Chicago, è una piattaforma logistica sanitaria che collega assistenza sanitaria e trasporti per ridurre le barriere all’accesso all’assistenza sanitaria. È utilizzato dai sistemi sanitari, dai contribuenti e dalle strutture abitative per anziani.
  • Medical Informatics Corp, di Houston, sta fornendo agli ospedali un nuovo standard di cura basato sui dati attraverso la piattaforma di analisi e assistenza virtuale Sickbay, approvata dalla FDA. Sickbay fornisce un’architettura singolare e interconnessa che aiuta gli ospedali a ridurre i costi, migliorare i flussi di lavoro clinici e migliorare l’efficienza operativa consentendo una rapida scalabilità del monitoraggio remoto dei pazienti in qualsiasi ambiente di ricovero.
  • Neuro Rehab VR, di Fort Worth, Texas, è un’azienda di tecnologie sanitarie che reinventa gli esercizi di allenamento per la terapia fisica e cognitiva sfruttando la realtà virtuale e la neuroplasticità per il recupero. Consente ai fornitori di monitorare i propri pazienti in tempo reale e ha mostrato un maggiore coinvolgimento dei pazienti.
  • OneRecord, di New York, offre ai pazienti l’accesso ai propri dati. La loro app aiuta i pazienti a creare una cartella clinica consolidata della loro intera storia medica in un unico posto.
  • Pieces, di Dallas, utilizza l’intelligenza artificiale per valutare e connettere pazienti e sistemi sanitari con soluzioni che affrontano i determinanti sociali della salute. Connette gli operatori sanitari a dati utilizzabili, le persone ai servizi e gli operatori del caso alle informazioni. Pieces semplifica l’inserimento, la gestione, l’archiviazione, l’organizzazione e l’acquisizione di informazioni dai dati per connettersi con fonti che soddisfano i determinanti sociali della salute.

Per quattro settimane, queste dieci startup saranno virtualmente connesse con partner Aws, esperti tecnici Aws, esperti in materia e clienti Aws nel settore sanitario. L’obiettivo è consentire loro di sperimentare le tecnologie Aws e accelerare la loro crescita attraverso una base immersa in un’architettura, operazioni e dati adeguati nel cloud.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

01health Steering Committee: sanità e ICT si incontrano e si confrontano

01health, piattaforma di comunicazione integrata del Gruppo Tecniche Nuove, è veicolo formativo e informativo della sanità digitale italiana e catalizzatore di un processo di diffusione di competenze e best practice del comparto

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php