Home Tecnologie Blockchain, cloud e big data: le tecnologie per il settore farmaceutico

Blockchain, cloud e big data: le tecnologie per il settore farmaceutico

Sono big data, blockchain, cloud computing e cybersecurity le principali tecnologie su cui stanno investendo le aziende del settore farmaceutico, secondo una ricerca di GlobalData.

Secondo lo studio Emerging Technology Trends Survey – Pharma 2019, più del 70% degli executive operanti in aziende farmaceutiche stanno dando priorità alle tecnologie di protezione dei dati e alle soluzioni di storage per i propri investimenti.

Peraltro, si tratta di una preoccupazione tutt’altro che immotivata.

Come ha ricordato Urte Jakimaviciute, Senior Director of Market Research di GlobalData, nel dark web i dati sottratti ad organizzazioni del settore farmaceutico (studi clinici , formule chimiche, segreti industriali e altri) hanno un alto valore economico. I danni conseguenti ad un attacco informatico che porti ad un data leak sono tuttavia ancora più ingenti, se si considera l’inevitabile ricaduta negativa sulla brand reputation.

L’industria del farmaco è una delle più regolamentate al mondo. Infatti, alle organizzazioni viene richiesto di aderire ad un ampio ventaglio di leggi e regolamenti, che svariano dagli studi clinici, passando attraverso l’attività produttiva e le operazioni di marketing.

Negli anni, il settore ha anche affrontato un crescente numero di restrizioni e compliance inerenti alla gestione di dati privati e sensibile, oltre a doversi conformare alle leggi in materia di protezione dei dati.

Sebbene il successo delle aziende del settore dipenda strettamente dalle innovazioni, i progressi tecnologici hanno anche condotto ad un considerevole aumento dei rischi di data breach e cyber attacchi.

La riflessione è semplice: al crescere della digitalizzazione di una organizzazione, aumenta anche il rischio a cui essa è esposta.

Per questo, la sicurezza informatica è strettamente correlata a cloud computing, blockchain e big data.
Grandi volumi di dati richiedono elevati livello di sicurezza. È necessario quindi garantire che lavorazione dei dati, spostamento e archiviazione degli stessi sia privo di rischi.

Sebbene calcolare il ritorno degli investimenti in sicurezza informatica si sempre complesso, è impensabile risparmiare su questo aspetto.

Il costo di una sottovalutazione dei rischi sarebbe di gran lunga più oneroso.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

01health Steering Committee: sanità e ICT si incontrano e si confrontano

01health, piattaforma di comunicazione integrata del Gruppo Tecniche Nuove, è veicolo formativo e informativo della sanità digitale italiana e catalizzatore di un processo di diffusione di competenze e best practice del comparto

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php