Il Fascicolo Sanitario Elettronico si consulta con lo SPID

Con la Circolare AgID 3/2019 si avvia l’iter per rendere il Fascicolo Sanitario Elettronico consultabile con l'identità digitale SPID, da un unico punto di accesso.

Tema quantomai attuale, quello dello SPID, specie dopo che è stato citato dal presidente del consiglio Giuseppe Conte nel discorso alla Camera dei Deputati in occasione del voto di fiducia di lunedì scorso.

Nel percorso di digitalizzazione del Paese, ha detto il premier, lo SPID è l'elemento su cui puntare per concretizzare le aspettative dei cittadini in termini di efficienza dei rapporti con la Pubblica Amministrazione. E anche con la sanità pubblica.

Si potrà accedere con le credenziali del Sistema pubblico di identità digitale SPID, quindi, per consultare la propria storia sanitaria in qualsiasi momento e da ogni parte del mondo, .

Come riporta Circolare AgID n. 3 del 2 settembre 2019, gli assistiti potranno effettuare un unico accesso attraverso il portale nazionale www.fascicolosanitario.gov.it, e consultare i dati della propria storia sanitaria attuando quanto previsto dal Decreto MEF 4 agosto 2017 e successive modifiche e integrazioni.

Oltre a disciplinare le procedure di accesso da parte degli assistiti del Servizio Sanitario Nazionale al Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE), la Circolare di AgID favorisce l’interoperabilità di dati e metadati dei FSE regionali, attraverso le funzionalità aggiuntive che l’Infrastruttura Nazionale per l’Interoperabilità (INI) dei FSE regionali mette a disposizione delle regioni che decidono di avvalersene per la gestione degli indici dei metadati dei documenti sanitari relativi agli assistiti dell’Anagrafe nazionale degli assistiti.

Attualmente l’assistito può consultare il proprio fascicolo esclusivamente dal punto di accesso della propria regione e in caso di trasferimento, trovarsi nella condizione di dover cambiare le modalità di accesso o nell’impossibilità di accedervi se non è stato effettuato il trasferimento alla nuova regione di assistenza.

In futuro, invece, il sistema nazionale FSE garantirà la continuità di accesso, superando le criticità attuali, reindirizzando l’assistito al proprio FSE. Il portale nazionale rappresenta una novità, poiché diventerà il punto di accesso a livello nazionale verso i vari FSE regionali.

La Circolare, che illustra gli obiettivi, le funzionalità, i servizi ed i processi che intercorrono tra i diversi sistemi, è stata concordata con il Ministero della salute, il Ministero dell'economia e delle finanze e con le regioni e le province autonome, soggetti coinvolti nella revisione ed evoluzione del processo.

Per approfondire

Procedura per l’accesso al Fascicolo Sanitario Elettronico mediante i servizi messi a disposizione dall’Infrastruttura Nazionale per l'Interoperabilità e per la predisposizione e gestione, attraverso tale infrastruttura, dell’indice con i metadati dei documenti sanitari relativi agli assistiti risultanti nell'Anagrafe Nazionale degli Assistititi

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here