Home Tecnologie Fitbit e Istituto Auxologico Italiano per migliorare la qualità di vita

Fitbit e Istituto Auxologico Italiano per migliorare la qualità di vita

Fitbit e Istituto Auxologico Italiano scendono in campo insieme in occasione della Giornata Mondiale della Salute

Quanto è complesso parlare di salute al giorno d’oggi? La recente e attuale situazione internazionale ci ha costretti e ci costringe a rivalutare molte nostre attività e priorità, e ha sottolineato l’urgenza di creare società sostenibili del “benessere”, con condizioni di vita più adeguate, eque e meno impattanti sull’ambiente.

La “giornata mondiale della salute“, strettamente legata all’OMS e che si celebra il 7 aprile a livello internazionale, rappresenta l’occasione per prendere sempre più coscienza anche del proprio stato personale di salute sia fisica che mentale, imparando a conoscersi meglio per stare bene e prevenire possibili malattie.

Una ricorrenza che vede anche Fitbit e Istituto Auxologico Italiano scendere in campo insieme a sostegno di un approccio in cui attività fisica, sonno, nutrizione e gestione dello stress vengono proposti come chiave fondamentale per connettersi ogni giorno col proprio benessere, per prendere coscienza della propria condizione personale e cercare di migliorare il proprio stile di vita.

“In Fitbit, crediamo che un approccio olistico alla salute, che metta al centro il benessere fisico e mentale, possa aiutare a sviluppare la resilienza e le capacità necessarie per affrontare le sfide quotidiane, soprattutto in periodi di grande incertezza come quello che stiamo vivendo”, ha dichiarato Giovanni Bergamaschi, Head of Fitbit Southern Europe @Google. “Gli individui dovrebbero essere supportati e incentivati a fare scelte sane e sostenibili a lungo termine, sia per stare meglio che per prevenire l’insorgenza di possibili patologie. In questo contesto, un dispositivo wearable come i nostri smartwatch e tracker può rappresentare uno strumento utile per adottare e mantenere uno stile di vita più sano”.

“Come stiamo e come ci sentiamo dipende da tantissimi aspetti: molti sono i fattori che non possiamo controllare, ma anche le nostre scelte hanno un ruolo determinante”, ha commentato la Prof.ssa Daniela Lucini, Responsabile Servizio di Medicina dello Sport ed Esercizio Fisico, Istituto Auxologico Italiano, Milano. “Migliorare lo stile di vita è una strategia fondamentale per contribuire al proprio stato di salute. Cosa fare a questo proposito se si è sedentari? L’ideale è iniziare con il “rendersi conto” di quanto ci si muove o meno, e ridurre gradualmente la sedentarietà inserendo nella propria vita del tempo dedicato al movimento, con l’obiettivo di arrivare a svolgere dai 150 ai 300 minuti alla settimana di attività fisica endurance aerobica (ad esempio camminare, nuotare, andare in bici) ad intensità moderata, meglio se associata ad esercizio per rinforzare i muscoli”.

E Fitbit viene proprio in aiuto in questo senso, rendendo semplice ed intuitivo da un’unica app l’accesso ad informazioni e metriche della salute relative ad esempio alla forma fisica, allo stress, alla salute del cuore e al sonno, anche in ottica di prevenzione, aiutando ogni singolo individuo a tenere traccia di tendenze e cambiamenti nel proprio stato di benessere.

Gli utilizzatori di alcuni smartwatch Fitbit, ad esempio, hanno a disposizione strumenti per la rilevazione del livello di stress, tra cui la misurazione dell’attività elettrotermica (EDA)per capire la risposta del corpo ai fattori che creano ansia, o il “punteggio di gestione dello stress”, per capire meglio in che modo la frequenza cardiaca, il sonno e i livelli di attività influiscono sulla salute generale.

Fitbit può fornire un supporto anche nel monitoraggio della salute del cuore: grazie ad esempio all’app Fitbit ECG, certificata CE, che permette di valutare il ritmo cardiaco e individuare potenziali segnali di fibrillazione atriale, o grazie alla tecnologia PurePulse 2.0, che per mezzo di un nuovo sensore e di un algoritmo ancora più preciso monitorano la frequenza cardiaca e, analizzando i dati personali, inviano una notifica in caso di valori al di fuori delle soglie medie.

I dispositivi Fitbit offrono inoltre la possibilità di tracciare facilmente ulteriori metriche di salute, per seguire tendenze e cambiamenti nel proprio stato di benessere, tra cui: la frequenza respiratoria; la variabilità del battito cardiaco; la temperatura cutanea al polso; l’analisi del livello di saturazione di ossigeno nel sangue (SpO2) per rilevare eventuali disturbi respiratori; il battito cardiaco a riposo.

Per conoscere ancora meglio il proprio corpo e prendere decisioni più consapevoli e personalizzate, il servizio Fitbit Premium offre l’accesso a una panoramica di 90 giorni del pannello Metriche di Salute e a strumenti più dettagliati, tra cui: il Recupero Giornaliero, che utilizza i dati di sonno, attività e variabilità del battito cardiaco per offrire consigli personalizzati in base al proprio livello di fitness; un’analisi dettagliata del punteggio del sonno; una selezione esclusiva di contenuti Calm (in lingua inglese), app N. 1 per il sonno e la meditazione; un’analisi approfondita sul punteggio relativo allo stress; strumenti di rilassamento come sessioni di mindfulness, yoga, meditazione e di respirazione guidata; consigli su una routine di allenamenti ed esercizi specifici per raggiungere i propri obiettivi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

01health Steering Committee: sanità e ICT si incontrano e si confrontano

01health, piattaforma di comunicazione integrata del Gruppo Tecniche Nuove, è veicolo formativo e informativo della sanità digitale italiana e catalizzatore di un processo di diffusione di competenze e best practice del comparto

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php