Home Tecnologie Il Covid-19 accelera l'innovazione nel settore sanitario

Il Covid-19 accelera l’innovazione nel settore sanitario

Secondo un interessane prospettiva presentata da Joe Miles, Managing Director, Healthcare and Life Sciences di Google, dall’inizio della pandemia di Covid-19, c’è stata una rapida accelerazione della trasformazione digitale in tutto il settore sanitario. La telemedicina è diventata un modo più tradizionale e sicuro per connettere pazienti e operatori sanitari. La modellazione dell’apprendimento automatico ha contribuito ad accelerare l’innovazione e la scoperta di farmaci. E nuovi livelli di integrazione e portabilità dei dati hanno permesso di avere una maggiore disponibilità di vaccini e un accesso equo a coloro che ne hanno bisogno.

I dati sono stati al centro di questa trasformazione digitale: aiutare le persone a rimanere in buona salute, accelerare la ricerca nelle scienze della vita e fornire cure più personalizzate ed eque. Di recente Google ha annunciato i risultati parziali di una ricerca condotta con The Harris Poll, che ha rivelato che quasi tutti i medici (95%) ritengono che una maggiore interoperabilità dei dati alla fine contribuirà a migliorare gli esiti dei pazienti.

Nel febbraio 2020, Google ha incaricato The Harris Poll di intervistare 300 medici negli Stati Uniti sui loro maggiori punti deboli: questo è avvenuto poco prima che la pandemia di Covid-19 mettesse a dura prova l’intero sistema sanitario e ci rendesse tutti più che consapevoli dei rischi che corriamo.
Ciò che la ricerca ha svelato è stato quanto la pandemia abbia rimodellato il ruolo della tecnologia nel campo sanitario e come stia cambiando le operazioni quotidiane dei medici.

I punti salienti della ricerca Google sull’influenza del Covid-19 nella trasformazione digitale

Le organizzazioni sanitarie hanno accelerato gli aggiornamenti tecnologici nel corso della pandemia.Dopo un anno modellato principalmente dalla pandemia di COVID-19, l’uso della telemedicina ha visto una sostanziale crescita su base annua, balzando di quasi tre volte dal 32% di febbraio 2020 al 90% di quest’anno. Il quarantacinque percento dei medici afferma che la pandemia di COVID-19 ha accelerato il ritmo di adozione della tecnologia da parte della propria organizzazione. Infatti, più di 3 medici su 5 (62%) affermano che la pandemia ha costretto la loro organizzazione sanitaria a effettuare aggiornamenti tecnologici che normalmente avrebbero richiesto anni. Ad esempio, il 48% dei medici vorrebbe avere accesso alle funzionalità di telemedicina nei prossimi cinque anni. Prima della pandemia di COVID-19, circa la metà dei medici (53%) affermava che l’approccio della propria organizzazione sanitaria all’adozione della tecnologia sarebbe stato meglio descritto come “neutrale” (cioè,

Nonostante i progressi tecnologici di quest’anno, la maggior parte dei medici crede ancora che il settore sia in ritardo nell’adozione della tecnologia, ma riconosce l’opportunità di supporto e progresso tecnologico. La maggior parte dei medici non considera il settore sanitario un leader quando si tratta di adozione digitale. Più della metà dei medici descrive il settore sanitario come in ritardo rispetto al settore dei giochi (64%), delle telecomunicazioni (56%) e dei servizi finanziari (53%). Tuttavia, il settore sanitario non sembra essere indietro tanto quanto lo scorso anno rispetto al commercio al dettaglio (54% nel 2020; 44% nel 2021); ospitalità e viaggi (53% nel 2020; 43% nel 2021); e il settore pubblico (39% nel 2020; 26% nel 2021).

Una migliore interoperabilità allevia il burnout del medico, migliora i risultati sulla salute e accelera le diagnosi.La maggior parte dei medici afferma che una maggiore interoperabilità dei dati ridurrà significativamente il tempo necessario alla diagnosi per i pazienti (86%) e alla fine contribuirà a migliorare gli esiti dei pazienti (95%). Oltre a migliorare le esperienze e gli esiti dei pazienti, più della metà dei medici (54%) ) ritengono che un maggiore accesso ai dati tramite la tecnologia abbia avuto un impatto positivo sulla loro organizzazione sanitaria in generale. La maggioranza degli intervistati crede che la tecnologia possa alleviare la probabilità di “esaurimento” del medico (57%) e che strumenti efficienti aiutino a ridurre l’attrito e lo stress (84%). E, di conseguenza, 6 medici su 10 affermano che l’accesso a una migliore tecnologia e a sistemi di dati clinici consentirebbe loro di avere un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata (60%) e che un migliore accesso o più dati completi sui pazienti ridurrebbe gli oneri amministrativi (61% ).

La familiarità con le nuove regole di interoperabilità del Dipartimento della salute e dei servizi umani (DHHS) cresce e molti medici sono favorevoli.La maggior parte dei medici (74%) afferma di aver almeno sentito parlare delle nuove regole DHHS (lanciato nel 2019) per migliorare l’interoperabilità delle informazioni sanitarie elettroniche. Si tratta di un netto aumento rispetto al 2020 (64%), ma la conoscenza più approfondita è piuttosto bassa. Solo il 30% dei medici afferma di conoscere in qualche modo o molto le nuove regole (anche se, ancora una volta, si tratta di un aumento rispetto al 2020, quando solo il 18% ha affermato di conoscere molto/un po’). Come nel 2020, tra coloro che hanno sentito parlare delle nuove regole, quasi la metà è favorevole (48% nel 2021; 45% nel 2020) ma una proporzione simile rimane incerta (46% nel 2021; 50% nel 2020). E come nel 2020, si pensa che il principale vantaggio potenziale delle regole sia quello di costringere le EHR a essere più interoperabili con altri sistemi (70%).

Google è stata fondata sull’idea che portare più informazioni a più persone migliora la vita su vasta scala. In ambito sanitario, ciò significa creare strumenti e soluzioni che rendano disponibili i dati in tempo reale per aiutare a semplificare le operazioni e migliorare la qualità delle cure e gli esiti dei pazienti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

01health Steering Committee: sanità e ICT si incontrano e si confrontano

01health, piattaforma di comunicazione integrata del Gruppo Tecniche Nuove, è veicolo formativo e informativo della sanità digitale italiana e catalizzatore di un processo di diffusione di competenze e best practice del comparto

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php