Home Tecnologie Realtà aumentata per studiare l'intervento: il cuore in ologramma 3D

Realtà aumentata per studiare l’intervento: il cuore in ologramma 3D

L’ospedale Maria Cecilia Hospital è pioniere in Italia nell’utilizzo della realtà aumentata con un programma che permette la visione e la manipolazione di una ricostruzione digitale del cuore del paziente.

Infatti, in occasione della masterclass di Abbott Medical – Divisione Structural Heart, dedicata alle soluzioni di riparazione transcatetere della valvola tricuspide, l’équipe di Cardiologia interventistica di Maria Cecilia Hospital di Cotignola, Ospedale di Alta Specialità accreditato con il SSN, ha potuto utilizzare per la prima volta in Italia un particolare software che consente la ricostruzione olografica in 3D del cuore e delle valvole cardiache.

Una delle fasi più importanti per la buona riuscita di un intervento chirurgico – spiega GVM Care & Research, gruppo di cui fa parte Maria Cecilia Hospital – è la preparazione.

Ogni caso che si presenta all’attenzione del chirurgo è infatti unico perché unica è anche l’anatomia e la storia clinica di ciascun paziente. Poter preparare l’intervento in maniera puntuale consente quindi una maggior precisione del gesto chirurgico e di limitare allo stretto necessario i tempi operatori.

Ed è proprio nell’ambito della fase di studio pre-operatorio che la tecnologia viene in ausilio dei medici.

Realtà aumentata Maria Cecilia Hospital

Ideato da Artiness – startup innovativa di soluzioni tech per l’ambito medicale – il software consente al chirurgo di visualizzare l’avatar 3D olografico e interattivo del cuore del paziente grazie ad un apposito visore, manipolare l’immagine a mani libere senza l’ausilio di ulteriore hardware, ingrandirla per studiarne i dettagli anatomici ed infine simulare il gesto chirurgico con gli stessi strumenti che utilizzerà in sala, riprodotti anch’essi in realtà aumentata.

Il dott. Fausto Castriota, Coordinatore dell’Unità Operativa di Cardiologia Interventistica che ha sperimentato in anteprima la nuova soluzione tecnologica, ha commentato: “Studiare ogni singolo caso è fondamentale per individuare la sede della problematica, l’entità di questa e scegliere l’approccio più indicato per il trattamento.

Siamo pionieri nell’utilizzo di questo software che è in grado di ricostruire il cuore del paziente sulla base delle immagini della TC, con un livello di dettaglio pari ad un eco transesofageo”.

Il vantaggio di questa soluzione innovativa – sottolinea GVM Care & Research –, oltre alla possibilità di vagliare con estrema precisione le opzioni d’intervento per il singolo caso, è legato alla formazione.

Aggiunge il dott. Castriota: “Con gli interventi transcatetere non si ha un campo operatorio aperto, in quanto l’approccio mininvasivo prevede l’accesso al cuore mediante dei cateteri.

Poter entrare virtualmente dentro l’organo consente in fase pre-operatoria una simulazione stessa dell’intervento e di progettare con estrema precisione l’intera procedura, potendola così mostrare visivamente anche ai medici in formazione”.

Attualmente questo software innovativo è ancora un prototipo progettato per la fase di studio del caso e pre-operatoria ma il suo potenziale apre la strada per future applicazioni anche in sala operatoria o ad attività di formazione da remoto, ha affermato il gruppo ospedaliero GVM Care & Research.

Leggi tutti i nostri articoli sulla realtà aumentata

1 COMMENTO

  1. decisamente innovativo e utile. Artiness è pioniera in questo ambito. Per parte nostra stiamo collbarando e sviluppando un algoritmo che permette l’applicazione del “vedere attraverso”, agli interventi di neurochirurgia; in particolare iniziando dall’intervento di derivazione ventricolare esterna, in casi di idrocefalo acuto in emergenza. Ci stiamo cimentando poi con l’aggiornamneto dell’ologramma intraoperatorio in chirurgia cranio-cerebrale , così da vere sempre soto controllo la situazione step by step dell’atto chirurgico e non dover eseguire la TAC di controllo solo al termine dell’intervento.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

01health Steering Committee: sanità e ICT si incontrano e si confrontano

01health, piattaforma di comunicazione integrata del Gruppo Tecniche Nuove, è veicolo formativo e informativo della sanità digitale italiana e catalizzatore di un processo di diffusione di competenze e best practice del comparto

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php