Home Tecnologie Stampa 3D Stratasys Origin One, nuova stampa 3D per il settore dentale

Stratasys Origin One, nuova stampa 3D per il settore dentale

Stratasys accelera e potenzia l’espansione dell’offerta di fabbricazione additiva per le applicazioni in campo odontoiatrico con la seconda stampante Origin.

Stratasys ha presentato la stampante Origin One Dental, la più recente del suo crescente portafoglio di soluzioni 3D per il settore dentale.

La nuova stampante 3D è la seconda sviluppata a seguito dell’acquisizione di Origin da parte nel dicembre del 2020: a marzo di quest’anno Stratasys ha lanciato la J5 DentaJet.

La stampante 3D Origin One Dental intende rappresentare per i laboratori odontoiatrici una soluzione completa per la fabbricazione additiva.

Negli ultimi anni la richiesta di soluzioni per il settore ha registrato una crescita significativa sulla spinta di trend diversi, tra cui la digitalizzazione dei flussi di lavoro e la domanda di servizi di odontoiatria estetica.

Queste tendenze, insieme al consolidamento dei laboratori odontoiatrici in centri di produzione e alle condizioni competitive della forza lavoro, stanno promuovendo l’adozione di soluzioni di fabbricazione ottimizzate per velocità, qualità e produttività, pur restando affidabili, scalabili e flessibili.

La stampante 3D Stratasys Origin One Dental sfrutta la tecnologia brevettata P3 Programmable PhotoPolymerization, un’evoluzione dei principi di elaborazione digitale della luce (DLP) per assicurare precisione, omogeneità pezzo dopo pezzo e alta capacità di lavorazione.

La Origin One Dental offre una piattaforma aperta di materiali a supporto di un’ampia varietà di applicazioni, consentendo una maggiore produttività. La stampante è concepita per la produzione a flusso continuo, nonché per piccoli lotti di un singolo materiale che richiedono tempi di stampa brevi, massimizzando i risultati di ogni applicazione e snellendo il processo di produzione.

Ricordiamo che la precedente J5 DentaJet è una stampante 3D per odontoiatria multimateriale capace di realizzare pezzi misti su un unico vassoio di stampa. Supportata dalla tecnologia PolyJet, la J5 DentaJet è anche in grado di realizzare presentazioni di casi realistici multicolori. La stampante è indicata per la fabbricazione di grandi lotti, soprattutto quando si stampano vassoi misti di pezzi durante la notte o in modalità non presidiata. Insieme, le stampanti offrono ai clienti del settore odontoiatrico la possibilità di ottimizzare i processi incrementando la produzione per soddisfare le esigenze del settore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

01health Steering Committee: sanità e ICT si incontrano e si confrontano

01health, piattaforma di comunicazione integrata del Gruppo Tecniche Nuove, è veicolo formativo e informativo della sanità digitale italiana e catalizzatore di un processo di diffusione di competenze e best practice del comparto

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php