Home Tecnologie Stampa 3D Pronti i tamponi per test rinofaringeo Covid-19 stampati in 3D

Pronti i tamponi per test rinofaringeo Covid-19 stampati in 3D

Il protocollo primario anti Covid-19 prevede l’esecuzione di un test di tampone nasofaringeo che raccoglie materiale virale dall’interno della cavità nasale di una persona.

A livello globale sono poche le aziende che producono commercialmente i tamponi e sono sopraffatte da una altissima domanda.

Ecco perché in collaborazione con Origin, Henkel sta sfruttando la sua capacità di eseguire test di biocompatibilità e meccanici presso la sua struttura di Concord, in California, e ha fornito una gamma di fotopolimeri medicali stampabili 3D progettati per l’uso sui sistemi di sviluppo dei materiali di Origin.

I tamponi per test sono realizzati con più materiali e collegati prima della sterilizzazione e del confezionamento.

Lavorando in collaborazione con Origin, Henkel ha fornito conoscenze e tecnologia per aiutare a progettare un tampone che può essere stampato in 3D su larga scala.

Secondo Ken Kisner, Responsabile innovazione e stampa 3D di Henkel “in collaborazione con Origin siamo stati in grado di sviluppare un prodotto che è molto efficace, come le sue controparti prodotte in serie”.

In particolare la tecnologia di fotopolimerizzazione programmabile (P3) di Origin ha permesso di testare diversi materiali, parametri di stampa e design in parallelo per trovare una soluzione ottimale in pochi giorni.

Il tampone finale per il test validato clinicamente utilizza un disegno reticolare per raccogliere il campione di virus.

Bilancia, a quanto pare, il comfort del paziente con la capacità di raccogliere un campione affidabile e sufficiente.

Per lo sviluppo del test è stata usata anche la piattaforma software Albert di Henkel, che accelera l’innovazione di nuovi prodotti determinando i materiali utilizzati.

Con la sua capacità di accedere al vasto materiale di Loctite e alle conoscenze e ai dati post-elaborazione, Albert ha consentito a Henkel di raccomandare il materiale con le migliori prestazioni per l’applicazione del tampone di test.

Come spiega Nick Talken, CTO di Albert Software press Henkel “i tamponi nasali sono in strumenti molto complessi. Il capo del tampone utilizza una struttura reticolare progettata per massimizzare la quantità di virus raccolta. Il tutto deve essere flessibile e resistente, per non parlare della sicurezza per uso medico.” .

Per lo sviluppo dei tamponi per i test rinofaringei, Origin ha anche collaborato con il Beth Israel Deaconess Medical Center (BIDMC), che ha condotto una valutazione clinica e ha assicurato che il prodotto finale sarebbe stato compatibile con il metodo di reazione a catena della polimerasi (PCR) utilizzato nei laboratori per testare Covid-19.

Il tampone nasofaringeo di Origin è classificato come dispositivo sterile ed è considerato un prodotto medico finito. Ciò significa che deve aderire alle norme di buona fabbricazione  (current good manufacturing practices cGMP) che sono regolamenti applicati dalla FDA e documentati nel Codice dei regolamenti federali (titolo 21, parte 820.)

Sia Henkel che Origin hanno collaborato per condurre test e convalidare ogni passaggio nel processo di sterilizzazione, che include ossido di etilene (EtO) e sterilizzazione in autoclave.

Hanno inoltre eseguito test meccanici e un’intensa convalida degli imballaggi che hanno determinato la durata di conservazione conforme al prodotto FDA.

Inoltre, i tamponi per test nanofaringeo sono tracciabili al 100% e contengono un filo digitale che può essere ricondotto ai prodotti chimici di base prodotti, che sono stati prodotti utilizzando il software Albert.

I tamponi sterili di Origin sono attualmente in spedizione verso le principali strutture sanitarie, istituzioni governative e centri di test indipendenti negli Stati Uniti e in molti altri paesi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

01health Steering Committee: sanità e ICT si incontrano e si confrontano

01health, piattaforma di comunicazione integrata del Gruppo Tecniche Nuove, è veicolo formativo e informativo della sanità digitale italiana e catalizzatore di un processo di diffusione di competenze e best practice del comparto

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php