Home Tecnologie Tecnologie per la sanità: le sei aree di modernizzazione definitiva

Tecnologie per la sanità: le sei aree di modernizzazione definitiva

In tutto il mondo stiamo assistendo a una progressiva modernizzazione nell’ambito dell’assistenza sanitaria: ospedali, cliniche e altre strutture assistenziali che da anni stanno cercando di digitalizzare e automatizzare i processi di acquisizione e comunicazione dei dati hanno compiuto significativi progressi nell’utilizzo delle nuove tecnologie al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati.

Il Covid-19 ha innescato il dubbio che ancora non si sia stato fatto abbastanza per migliorare l’assistenza fornita i pazienti in termini di qualità, efficienza e sicurezza.

In questi ultimi mesi c’è stato un più approfondito esame delle politiche, procedure, processi e dei sistemi interni a molte strutture sanitarie per capire se possono esserci margini di miglioramento nell’acquisizione, analisi e distribuzione dei dati in tempo reale.

In molti casi si è optato per accelerare l’effettiva implementazione delle tecnologie o potenziare soluzioni già in uso così da essere pronti ad affrontare qualsiasi scenario. Talvolta però questi cambiamenti non riescono a stare al passo con le effettive necessità del mercato.

L’implementazione immediata di soluzioni innovative ha dimostrato di poter avere un impatto rilevante su diversi aspetti in ambito sanitario: ad esempio si sono mobilitati team di assistenza e automatizzati flussi di lavoro a livello clinico in tempi record, affrontando così alcuni dei problemi sistemici aggravati dall’epidemia di Covid-19.

È stato anche possibile implementare rapidamente diverse tecnologie mobile per contribuire ad aumentare l’efficienza e l’accuratezza delle procedure di presa in carico del paziente e delle azioni diagnostiche, riducendo inoltre il problema della mancanza di forniture mediche e delle notifiche del trattamento previsto.

Da queste esperienze, è la riflessione di Wayne Miller, Direttore Emea Healthcare di Zebra Technologies, abbiamo imparato come la comunità sanitaria può utilizzare la tecnologia per migliorare la gestione del personale sanitario, dei pazienti, delle risorse e delle strutture.

Somministrazione di vaccini e farmaci

Una delle maggiori sfide riguardo i vaccini contro il COVID-19 è la loro corretta conservazione, soprattutto in termini di temperatura, lungo tutta la supply chain. Ma la verità è che tutti i vaccini sono sensibili alla temperatura, così come tanti altri prodotti farmaceutici. Ogni giorno i responsabili della produzione, distribuzione, conservazione o somministrazione di questi prodotti, devono garantire l’assenza di qualsiasi alterazione della temperatura durante il viaggio del vaccino verso il punto di somministrazione finale. Ecco perché le best practice nel monitoraggio della temperatura raccomandano di utilizzare differenti tecnologie a seconda che le risorse siano trasportate su pallet o refrigeratori e riposte in frigoriferi, congelatori o stanze a temperatura controllata.

I metodi di reporting manuale possono acquisire la temperatura di un articolo solo in un determinato momento. Non c’è modo di sapere se si è verificata una variazione di temperatura tra una rilevazione e l’altra e se questa potrebbe aver compromesso l’efficacia di un vaccino o di un farmaco.

Ma i data logger elettronici possono monitorare la temperatura ambientale in modalità continuativa e avvisare le parti interessate di potenziali eventi termici in modo che gli operatori sanitari sappiano riconoscere le dosi compromesse. Meglio ancora, le etichette di rilevamento della temperatura possono essere applicate alle singole unità di vaccino e ai farmaci soggetti a prescrizione medica (ad esempio fiale, flacone, scatole) per indicare agli incaricati della somministrazione che la temperatura è stata correttamente mantenuta fino al momento dell’utilizzo.

Gestione del personale

Qualsiasi tipo di evento che impatta su un’elevata percentuale di popolazione potrebbe influire sulla capacità e sulle risorse ospedaliere. Dotare i team di mobile computer per uso clinico che consentono la comunicazione in tempo reale e la collaborazione con colleghi geograficamente lontani tramite sms, chiamate o altri strumenti di condivisione di dati aiuta ad “ampliare” il gruppo di lavoro senza dover assumere nuove risorse o aumentare le ore di lavoro del personale. Questi dispositivi aiutano anche ad aumentare l’efficienza della terapia fornendo l’accesso alle cartelle cliniche dei pazienti direttamente al punto di cura in modo che possano essere aggiornate in tempo reale senza la necessità di spostarsi fisicamente.

Gestione del paziente

assegnare ai pazienti un braccialetto con codice a barre al momento del loro ricovero consente di identificarli in modo univoco (Positive Patient IDentification) per la somministrazione di farmaci e trattamenti. Inoltre, ogni volta che il paziente viene spostato, il braccialetto ci può anche aiutare a localizzarlo attraverso una semplice scansione con un computer portatile, così da aggiornare automaticamente i dati con la localizzazione corrente.

In alternativa, la posizione dei pazienti potrebbe essere verificata con il supporto di tag RFID posti sul braccialetto che si interfacciano con sistemi di tracciamento RFID su larga scala o sistemi di localizzazione in tempo reale (RTLS). Altre tecnologie di monitoraggio da remoto, come i termometri che si avvalgono della Internet of Things (IoT), possono essere usati per avvisare il personale in caso di repentini cambiamenti e per ridurre al minimo il contatto diretto con i pazienti per controlli di routine. Gli strumenti dotati di Intelligenza Artificiale possono aiutare con il triage da remoto, nella gestione della assistenza ai pazienti prima che entrino in una struttura.

Gestione del laboratorio

La responsabilità della struttura ospedaliera inizia dal punto di raccolta dei campioni. Le etichette con codice a barre o RFID devono essere apposte su ogni contenitore per aiutare la PPID, il tracciamento dei campioni e l’inserimento corretto dei risultati dei test nelle cartelle cliniche dei pazienti. Le stampanti mobile connesse a mobile computer per uso clinico possono semplificare, una volta effettuata la scansione del braccialetto del paziente, il recupero dei dati e la compilazione dell’etichetta.

In ogni momento è possibile conoscere chi ha seguito l’attività e quando, semplicemente scansionando l’etichetta. Il tecnico di laboratorio che esegue la scansione del codice a barre per recuperare la registrazione di un paziente e inserire i referti, può inviare la notifica al team di assistenza per loro ulteriori accertamenti. Queste funzionalità sono particolarmente importanti quando ci si trova a dover gestire elevati volume di campioni per gli stessi tipi di test e panel diagnostici.

Gestione delle scorte

La gestione delle scorte è stata a lungo un problema che oggi può essere risolto facilmente con l’utilizzo di etichette e tecnologie di localizzazione, come lettori RFID e dispositivi di scansione codici a Se si introduce l’abitudine di scansionare l’imballaggio ogni volta che viene utilizzato un prodotto – come per esempio una maschera, una fiala di sangue, un dispositivo medico o un medicinale – per poi inserire a sistema la quantità utilizzata, l’accuratezza della gestione delle scorte migliora a sua volta, aiutando a ottimizzare l’utilizzo di (e l’accesso a) materiali di consumo all’interno di un reparto, di un ospedale o di un intero sistema sanitario. Queste stesse tecnologie possono essere utilizzate per rispettare gli obblighi di segnalazione dettati da enti governativi come la European Union’s Falsified Medicines Directive o per segnalare articoli in prossimità di scadenza così da garantire la definizione delle priorità e lo smaltimento rapido se giustificato.

Gestione della supply chain

la scansione degli articoli da parte del personale ogni volta che vengono utilizzati, consente inoltre di sincronizzare i sistemi di riconciliazione dell’inventario back-end e di avvisare i team di approvvigionamento quando le scorte si stanno esaurendo o di attivare il rifornimento Queste informazioni possono anche aiutare a segnalare scorte in eccesso per ridurre gli acquisti non necessari.

Allo stesso tempo, l’implementazione di RTLS, codici a barre o anche strumenti di tracciabilità e rintracciabilità basati su blockchain lungo tutta la supply chain permetterà di verificare lo stato dell’ordine in tempo reale e segnalare ai team di assistenza di dosare accuratamente l’utilizzo delle forniture mediche a causa di malfunzionamenti nella supply chain o ritardi di produzione e consegna. Queste tecnologie, non ultimo, permettono di evitare frodi e furti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

01health Steering Committee: sanità e ICT si incontrano e si confrontano

01health, piattaforma di comunicazione integrata del Gruppo Tecniche Nuove, è veicolo formativo e informativo della sanità digitale italiana e catalizzatore di un processo di diffusione di competenze e best practice del comparto

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php