Home Tecnologie Presentato il primo sistema di tomografia cardiovascolare computerizzata

Presentato il primo sistema di tomografia cardiovascolare computerizzata

GE Healthcare ha progettato e presentato in Italia il primo sistema di tomografia cardiovascolare computerizzata. cuore

Il macchinario è in grado di catturare un’immagine del cuore in un unico battito, riducendo la sfocatura causata dal movimento e accelerando l’esame per i pazienti.
Grazie a questa apparecchiatura è possibile anche diagnosticare malattie coronariche in pazienti apparentemente sani, in ambiente ambulatoriale.
Utilizzando una tecnologia di scansione che permette di vedere le arterie coronariche e di identificare un’eventuale malattia molti anni prima che provochi un attacco cardiaco o una morte cardiaca improvvisa.
Quindi, il macchinario può aiutare a stabilire se si tratta di una malattia potenzialmente pericolosa per la vita oppure no. Stabilendo di conseguenza quali siano i giusti trattamenti per ogni singolo paziente.

Si tratta di una tecnologia all’avanguardia anche per la sua modalità di utilizzo: il sistema rende l’imaging cardiovascolare non invasivo più accessibile in un ambiente ospedaliero tradizionale e, per la prima volta, anche in un reparto di unità coronarica, in uno studio medico o in un punto di cura per la pianificazione del trattamento degli interventi vascolari. Grazie all’innovativo design Stereo CT con campo visivo focalizzato, il sistema è compatto, facile da usare ed efficiente nel dosaggio.

Una scansione in un battito

Con i suoi due tubi a raggi X il macchinario di GE Healthcare si distingue per la velocità con cui mostra chiaramente le piccole strutture cardiache, come le arterie coronariche che spesso misurano da 1 a 3 millimetri di diametro.
Il sistema di tomografia cardiovascolare computerizzata crea un’immagine 3D delle coronarie, delle valvole, delle camere e del miocardio in un solo battito cardiaco e può anche eseguire studi di angiografia TC dell’aorta e delle carotidi, oltre che del cuore.
La velocità di rotazione del sistema è di 0,24 secondi, attualmente la più veloce disponibile. In combinazione con il software di correzione intelligente del movimento, è possibile bloccare il movimento dell’arteria coronarica per i pazienti con frequenze cardiache elevate o instabili, rilevando i dettagli anatomici necessari per pianificare procedure quali l’intervento coronarico percutaneo (PCI) e la sostituzione della valvola aortica transcatetere (TAVR).

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

01health Steering Committee: sanità e ICT si incontrano e si confrontano

01health, piattaforma di comunicazione integrata del Gruppo Tecniche Nuove, è veicolo formativo e informativo della sanità digitale italiana e catalizzatore di un processo di diffusione di competenze e best practice del comparto

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php