Home Applicazioni Diagnosi Siemens Healthineers vara il tomografo computerizzato con tecnologia Photon-Counting

Siemens Healthineers vara il tomografo computerizzato con tecnologia Photon-Counting

Siemens Healthineers lancia Naeotom Alpha, il primo tomografo computerizzato con tecnologia Photon-Counting al mondo, un sistema approvato per l’utilizzo clinico in Europa e negli Stati Uniti.

La tomografia tradizionale, fa sapere la società tedesca in una nota, ha raggiunto i propri limiti tecnici: non è più possibile migliorare la risoluzione delle macchine tradizionali se non marginalmente e le radiazioni non possono più essere ridotte in maniera significativa.

La tecnologia Photon-Counting , riporta sempre la stessa nota, è in grado di produrre risultati diversi: come una risoluzione migliore e una riduzione della dose fino al 45% per le scansioni a risoluzione ultra-high (UHR) rispetto agli scanner tradizionali con comb filter UHR.

Gli scanner con tecnologia Photon-Counting possono acquisire una quantità maggiore di dati utili in quanto in grado di rilevare direttamente ogni singolo fotone di raggi X e il relativo livello di energia senza la necessità di convertirlo prima sotto forma di luce visibile, come accade invece nel caso di un tomografo convenzionale.

Ognuno di questi aspetti, secondo Siemens Healthineers apre le porte a nuove potenzialità, come la possibilità di scansionare un polmone ad un’elevata velocità per ottenere immagini ad altissima risoluzione e con informazioni spettrali intrinseche senza che il paziente sia costretto a trattenere il fiato durante l’esame.

Le informazioni dell’imaging spettrale aiutano inoltre ad individuare all’interno del corpo materiali che possono anche essere rimossi se ostruiscono un’area di interesse clinico. Questa funzionalità permetterà al personale medico di identificare eventuali problematiche e di iniziare un percorso terapeutico il prima possibile.

La notevole riduzione di dose di radiazioni permetterà al personale medico di eseguire esami di screening in routine, come per esempio ai polmoni, e ad una popolazione sempre più ampia. Inoltre, grazie alla maggiore risoluzione delle immagini, il personale medico sarà in grado di identificare anche le strutture cellulari più piccole e di prendere decisioni cliniche ad un livello di sicurezza impensabile con le tecnologie tradizionali. Con myExam Companion di Siemens Healthineers, la complessità tecnologica della tomografia Photon-Counting non si traduce in un un’aumentata complessità per l’utilizzatore finale.

Impatti in ambito clinico

La diagnostica per immagini pone requisiti diversi a seconda del campo applicativo: cardiologico, oncologico o pneumotoracico.

Nel campo dell’imaging cardiologico, per esempio, un requisito fondamentale è catturare il cuore in movimento, che richiede un’elevata velocità di scansione.

Naeotom Alpha, fa sempre sapere Siemens Healthineers, è in grado di eseguire scansioni ad elevate velocità grazie alla tecnologia Dual Source e beneficia delle informazioni spettrali e dell’alta risoluzione per rimuovere le ostruzioni causate da calcificazioni.

La precisione del Naeotom Alpha è richiesta anche in ambito oncologico, dove serve valutare la progressione della malattia con costanza e precisione. E in ambito pneumotoracico le immagini devono essere ottenute con il minor numero di scansioni possibile per evitare ritardi nella terapia e conseguenze potenzialmente gravi per i pazienti in cura.

Le immagini cliniche ottenute con Naeotom Alpha, sostiene Siemens Healthineers, contengono molte più informazioni di quanto sia mai stato possibile ottenere nel passato per diagnosi precise, follow-up e percorsi terapeutici.

Diagnostica per immagini nel processo decisionale clinico

Le implicazioni di questa innovazione di Siemens Healthineers sono molteplici per i pazienti e personale medico.

La nuova tecnologia sarà di supporto in qualsiasi ambito clinico, in particolar modo in quei settori in cui è importante valutare le strutture cellulari più piccole.

In oltre 15 anni di ricerca nel settore del Photon-Counting, Siemens Healthineers ha registrato oltre 500 brevetti relativi a questa tecnologia e collaborato intensamente con partner clinici e tecnologici per testare e validare la tecnologia e i casi clinici. Negli anni sono stati realizzati e testati 6 prototipi.

Del primo tomografo computerizzato a tecnologia Photon-Counting e autorizzato per l’utilizzo clinico al mondo sono già stati installati e inseriti a regime oltre 20 sistemi con i quali fino alla data di oggi sono stati scansionati 8000 pazienti.

Naeotom Alpha lavora con una velocità di rotazione di 250 millisecondi e due tubi a raggi X e due detettori (Dual Source).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

01health Steering Committee: sanità e ICT si incontrano e si confrontano

01health, piattaforma di comunicazione integrata del Gruppo Tecniche Nuove, è veicolo formativo e informativo della sanità digitale italiana e catalizzatore di un processo di diffusione di competenze e best practice del comparto

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php