Nodo Smistamento Ordini prorogato al 1 febbraio 2020

Trasformazione digitale storage

L'entrata in funzionamento del Nodo Smistamento Ordini, prevista inizialmente per il primo ottobre 2019 per i rapporti con i sistema sanitario nazionale è stata prorogata.

Il Nodo Smistamento Ordini (NSO) si inserisce nel cambiamento dei processi di procurement costituito dal sistema integrativo APiR (Acquisti Pubblici in Rete), che gestirà oltre agli ordini elettronicianche le differenti tipologie di notifiche previste.

La Proroga del sistema creato in seguito alla legge di Bilancio 2018 per garantire trasparenza negli approvvigionamenti delle amministrazioni pubbliche è stata decisa a seguito di una riunione tenutasi lo scorso 25 settembre 2019, tra il MEF, i rappresentanti regionali e le associazioni di categoria.

Proprio accordo con le Regioni il Ministero dell'economia e Finanze ha deciso di prorogare la data di avvio del progetto.

È stato posticipato al primo febbraio 2020 l'ordine elettronico per l'acquisto di beni da parte di enti del SSN.

nso

Come funzionerà il Nodo Smistamento Ordini

Il Nso verrà utilizzato per lo scambio di documenti digitali che attestano gli ordini e la loro esecuzione tra aziende pubbliche del SSN e le aziende fornitrici. Al pari del Sistema di Interscambio per le fatture elettroniche, il Nodo smistamento ordini smisterà e consegnerà, dopo le opportune verifiche, il documento al corretto destinatario.
Il sistema, quindoi, non si occuperà solamente dello scambio della documentazione, ma anche di verificarne la correttezza.

Il Nodo accetterà file in formato UBL XML. Il documento elettronico conterrà informazioni relative alla tipologia dei prodotti o servizi acquistati, alle quantità, ai prezzi e le tempistiche di consegna o erogazione. Sarà accompagnato da una busta di trasmissione che specifica mittente e destinatario. Verrà inviato tramite Pec, strutture di web service e la rete europea Peppol.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here